Nel modello 730/2016 trova posto quest’anno il credito d’imposta per i compensi corrisposti nell’anno 2015 agli avvocati abilitati nei procedimenti di negoziazione assistita, conclusi con successo, nonché agli arbitri in caso di conclusione dell’arbitrato con lodo.

Per beneficiare del credito d’imposta i soggetti devono averne fatto richiesta dall’11 gennaio 2016 all’11 febbraio 2016. Coloro che hanno ricevuto dal Ministero della Giustizia entro il 30 aprile 2016 la comunicazione attestante l’importo del credito effettivamente spettante possono procedere alla compilazione del Rigo G11 indicando sia il credito spettante che l’eventuale utilizzo.

Credito di imposta per negoziazioni e arbitrati

Di seguito le istruzioni previste per il rigo G11.

” SEZIONE VIII – Credito d’imposta per negoziazione e arbitrato
Nella sezione va indicato il credito d’imposta per i compensi corrisposti nell’anno 2015 agli avvocati abilitati nei procedimenti di negoziazione assistita, conclusi con successo, nonché agli arbitri in caso di conclusione dell’arbitrato con lodo.
Beneficiano del credito d’imposta i soggetti che, avendone fatto richiesta dall’11 gennaio 2016 all’11 febbraio 2016, hanno ricevuto dal Ministero della Giustizia entro il 30 aprile 2016 la comunicazione attestante l’importo del credito effettivamente spettante.
Il credito di imposta è utilizzabile, a decorrere dalla data di ricevimento della predetta comunicazione, in compensazione, mediante il modello di pagamento F24 che deve essere presentato esclusivamente attraverso i servizi telematici dell’Agenzia delle Entrate. In alternativa, le persone fisiche non titolari di redditi di impresa o di lavoro autonomo possono utilizzare il credito d’imposta nella dichiarazione dei redditi in diminuzione delle imposte sui redditi. Per maggiori dettagli su tale credito d’imposta si rinvia al decreto 23 dicembre 2015, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’8 gennaio 2016.

Rigo G11
Colonna 1 (Credito spettante): riportare l’importo del credito d’imposta risultante dalla comunicazione del Ministero della giustizia, ricevuta entro il 30 aprile 2016.
Colonna 2 (di cui compensato in F24): indicare il credito d’imposta utilizzato in compensazione nel modello F24 fino alla data di presentazione della dichiarazione.”

Utilizza il nostro servizio di compilazione assistita ulteriori informazioni qui.