attività di vendita auto/moto usate

Spesso in una fase dove il mercato del nuovo è in difficoltà cresce e prende vigore il mercato dell’usato. Ecco infatti che recentemente ci giungono molte richieste di informazioni per l’avvio dell’attività di vendita auto moto usate e anche di avvio di officine meccaniche.
Spesso la richiesta è poi di come si possa avviare questa attività in modalità solamente on-line.
In questo articolo vedremo in breve quali sono gli adempimenti burocratici.

3 semplici passi per avviare l’ attività di vendita auto moto usate

Primo passo
Identificare un locale idoneo e conforme a norme di legge che dovrà essere indicato quale luogo nel quale vengono tenuti i veicoli usati che vengono venduti o acquistati.

Se invece pensi di poter svolgere una attività di rivendita di auto usate senza utilizzare un deposito dovrai certificare che le vetture che rivendi sono in deposito presso le persone dalla quale le acquisterai.

Presentare la SCIA per l’avvio di commercio auto usate

Presentare comunicazione di avvio attività presso il comune dove si intende avviare l’attività (SCIA ovvero Segnalazione Certificata di Inizio Attività). In particolare si dovrà fare la segnalazione per il Commercio di Cose Antiche o Usate.
Nel fare la segnalazione se si intende svolgere questa attività tramite e-commerce occorrerà segnalarlo mettendo la spunta su “commercio elettronico” laddove viene richiesta la modalità di svolgimento.
In sede separata occorrerà portare a vidimare il registro dei beni usati, dove andranno indicati i veicoli acquistati e successivamente venduti. Per l’attività di compra-vendita non sono richiesti requisiti professionali. Pertanto l’attività è esercitabile da chiunque e non sono richiesi nè diplomi nè corsi specifici di formazione.

Comunicare in Camera di Commercio l’avvio di attività di vendita auto moto usate

Con la ricevuta telematica di presentazione della SCIA si potrà presentare la pratica in Camera di Commercio, attraverso la procedura Comunica.
Attraverso Comunica si otterrà attraverso un solo procedimento ben 3 iscrizioni:
– Attribuzione del numero di partita iva, in questo caso il codice di attività potrebbe essere: 45.11.01 – Commercio all’ingrosso e al dettaglio di autovetture e di autoveicoli leggeri oppure potrebbe essere 45.40.11 Commercio all’ingrosso e al dettaglio di motocicli e ciclomotori
– Iscrizione del titolare della ditta individuale presso l’INPS in qualità di commerciante
– Iscrizione dell’azienda in Camera di Commercio con l’attribuzione del numero REA ovvero Repertorio Economico Amministrativo.

Sotto il profilo IVA l’acquisto e vendita di beni usati è soggetto al regime del margine. In estrema sintesi l’IVA viene assolta solo sulla differenza tra il prezzo di vendita del bene usato e il prezzo di acquisto.
A causa dell’applicazione di tale sistema questo tipo di attività non può accedere al regime forfetario introdotto con la legge di stabilità 2015 e poi modificato nel 2016.
Quindi i regimi contabili applicabili sono quello della cosiddetta contabilità semplificata oppure quello della contabilità ordinaria.

Aggiornamento del 06/2/2017

Quante imposte pago sulla vendita di un’auto usata?

Riceviamo molti messaggi da persone che pur svolgendo una attività di lavoro dipendente pensano di avviare una attività di rivendita auto usate. La domanda ricorrente è: quante tasse devo pagare sulla vendita di una macchina usata?

Riportiamo qui un esempio, semplificato, utile a dare una idea del carico fiscale.

Acquisto auto a 1000
Rivendo auto a 1500
La differenza 500 euro deve essere così suddivisa: 409 rappresenta la base imponibile per le tasse mentre 91 rappresenta iva da versare.
Quindi in sintesi sui 500 euro di margine
91 li dò allo stato per l’iva
143,15 (ipotizzato il 35%) li do allo stato per le imposta
243,50 Imposte versate
Quindi su una differenza di prezzo di 500 euro tra acquisto e vendita dell’auto di fatto in tasca ti rimangono euro 256,50 pari al 51,3%
Ricordiamo inoltre che essendo la rivendita di auto usate sottoposta a un regime iva “particolare” è esclusa la possibilità di applicare il regime forfettario.
Ovviamente c’è molto da dire ancora sulla fiscalità della attività di vendita di auto usate ed è per questo che puoi richiederci una consulenza.

Scopri i vantaggi e gli svantaggi delle contabilità semplificata o ordinaria contattandoci e chiedendo maggiori informazioni Clicca QUI

 

Una volta a settimana solo informazioni utili

Informati per vincere il fisco

Benvenuto!