Detrazioni per risparmio energetico

Detrazioni per risparmio energetico: immagine tratta da www.bessoimpiantielettrici.it/

Dal gennaio 2016 è possibile detrarre gli interventi di domotica finalizzati al risparmio energetico. In altre parole l’installazione di sistemi che consentono di controllare a distanza il funzionamento dei termosifoni ad esempio possono essere portati in detrazione.

Nel dettaglio gli interventi per il controllo a distanza dei sistemi di riscaldamento della casa devono avere questi requisiti:

  1. mostrare attraverso canali multimediali i consumi energetici, mediante la fornitura periodica dei dati;
  2. mostrare le condizioni di funzionamento correnti e la temperatura di regolazione degli impianti;
  3. consentire l’accensione, lo spegnimento e la programmazione settimanale degli impianti da remoto.

La legge non ha fissato un limite all’ammontare dei costi detraibili. La detrazione spettante è pari al 65% del costo sostenuto per l’acquisto e l’installazione.

Attenzione: il costo è detraibile anche se nel 2016 non si è rinnovato l’impianto di riscaldamento o di raffreddamento (condizionatori).

In pratica quanto risparmio?

Bene, quanto risparmio se lo installo?

Se acquisto e mi faccio installare un impianto per controllare a distanza il riscaldamento di casa e spendo euro 5000,00 quanto risparmio?

Il risparmio di imposta è pari a euro 5000*65/100/10 anni e quindi 325 euro di imposte risparmiate per i prossimi 10 anni, per un totale di 3250 euro.

Attenti al BONIFICO

Per detrarre gli acquisti sarà necessario effettuare i bonifici seguendo le medesime norme previste per le ristrutturazioni ovvero il bonifico dovrà riportare i dati sia nel beneficiario che del mittente e su di esso la banca dovrà operare le ritenute di acconto di legge.