Imu Terreni Agricoli: Tutto chiaro

Con la risoluzione 2 del 3 febbraio 2015 emanata dal Dipartimento delle Finanze si conclude la saga “IMU Terreni Agricoli”.

La saga è iniziata nel 2015 e finalmente nel 2015 sono arrivati i chiarimenti necessari per poter applicare, laddove dovuta, l’Imposta Municipale Unica sui terreni agricoli montani oppure non montani.

I chiarimenti giunti con la circolare hanno definito l’ambito di applicazione dell’IMU Terreni Agricoli  situati in arre montane.Nello specifico, è stato precisato che:

  • per i comuni totalmente montani l’esenzione si applica a tutti i terreni agricoli, indipendentemente dalla qualifica soggettiva del possessore, mentre per i terreni agricoli ubicati in comuni parzialmente montani, è necessario che il possessore sia un Coltivatore Diretto o un Imprenditore Agricolo Professionale iscritto nella previdenza agricola, anche nel caso in cui il terreno sia dato in affitto o concesso in comodato ad un Coltivatore Diretto o un Imprenditore Agricolo Professionale iscritto nella previdenza agricola. Inoltre, per usufruire dell’esenzione, è necessario che il concedente possieda e conduca anch’egli almeno un altro terreno;
  • l’aliquota applicabile per i terreni agricoli situati in comune che sono passati da montani a parzialmente montani o non montani, è quella di base pari allo 0,76% se il comune non ha approvato un’aliquota specifica per i terreni agricoli. A tal proposito, consigliamo di contattare direttamente il Comune per conferma, ed eventualmente procedere con la modifica manuale dell’aliquota all’interno dell’archivio Comuni.

Fonte CGN.IT

RIS_2_del_3_febbraio_2015_Confagricoltura_IMU terreni_agricoli

Foto tratta da http://www.montagnaestate.it/vacanze-lago-montagna/

Una volta a settimana solo informazioni utili

Informati per vincere il fisco

Benvenuto!