Crowdfunding: Raccolta di Fondi

La raccolta di capitali attraverso il crowdfunding: è questo il fenomeno che sta espandendosi sempre di più in tutto il mondo. Per Europa e Italia i dati parlano chiaro: sono stati raccolti con il crowdfundin 5,43 miliardi di Euro in Europa nel 2015 con un balzo del 92% dai 3 miliardi del 2014 e contro gli 1,2 miliardi del 2013.

In Italia nel 2015 la raccolta di fondi attraverso tutti i sistemi di crowdfunding ammonta a 32 milioni di euro!

Il Crowdfunding può essere la soluzione per chi ha già una IDEA e un TEAM ed è alla ricerca del terzo elemento per dare vita a una impresa ovvero il capitale.

Cosa è il crowdfunding? E’ un modo di raccogliere denaro da parte di imprenditori e artisti per finanziare le proprie attività. La caratteristica di questa raccolta di denaro è che avviene solitamente attraverso un sito web e il finanziamento spesso si caratterizza per essere fatto da piccoli risparmiatori non professionisti e  gli importi sono di modesta entità.

Nel proseguio il termine crowdfundig sarà sostituito con “raccolta fondi”.

Esistono diverse tipi di raccolta fondi: Donation Crowdfunding, Reward Crowdfunding e Equity Crowdfunding. Esistono poi migliaia di figure diverse che esattamente come una tavolozza di colori portano a disegnare varianti di questi tre tipi di raccolta fondi. La differenza fondamentale in Italia è che solo l’Equity Crowdfunding ha una propria regolamentazione è può essere fatto solo attraverso intermediari abilitati. Le altre tipologie di raccolta fondi invece non richiedono autorizzazioni specifiche e non esiste una regolamentazione ad-hoc.

Donation Crowdfunding

In questo tipo di raccolta fondi le figure principali sono il Promotore dell’iniziativa e i Sostenitori. Le iniziative in genere hanno il fine di sostenere progetti culturali, sociali e spesso sono legati al settore no-profit (terzo settore). Anche se alla base di una donazione (tecnicamente erogazione liberale) non vi è la previsione di ricevere nulla in cambio, spesso queste campagne prevedono comunque una forma di riconoscenza nei confronti dei sostenitori. Possibili ricompense sono: la citazione dei sostenitori che hanno finanziato il progetto al termine del libro ad esempio. In ogni caso ciò che distingue questo tipo di raccolta fondi rispetto al Reward Crowdfunding è proprio l’entità della ricompensa che sotto il profilo strettamente economico è minima.

Reward Crowdfunding

In questo caso ai sostenitori dell’iniziativa viene offerto un premio o una ricompensa ben specifica. Un tipico esempio può essere quello di consentire ai sostenitori di acquistare il prodotto, oggetto della raccolta fondi, a un prezzo particolarmente scontato e in pre-ordine.

Per farti una idea di come funziona la raccolta fondi non regolamentata in Italia può essere di aiuto visitare alcuni siti. Ad esempio https://www.eppela.com/it/categories dove si trovano divisi per categorie moltissimi progetti in corso di finanziamento.

Equity Crowdfunding

Si tratta probabilmente del sistema più complesso di raccolta fondi. Questo sistema di raccolta fondi consente ai Sostenitori delle iniziative proposte di diventare Soci a tutti gli effetti della Società che raccoglie i fondi. Per questo motivo sicuramente è il metodo di raccolta del capitale di rischio di stretto interesse per la realizzazione di progetti di impresa.

Accenni alla normativa di riferimento

Soltanto nel 2012, l’Italia ha avviato l’attività di regolamentazione della raccolta fondi basata su questo tipo di raccolta fondi. Per ora l’accesso a questo strumento è limitato solo ad alcune imprese. Siamo in fase sperimentale ancora.

Le norme di legge di riferimento sono:

In pratica la legge consente per ora solo a Startup Innovative e PMI Innovative di ricorrere all’Equity Crowdfunding. La possibilità è estesa anche alle Società a responsabilità limitata e non solo alle Società per azioni.

Le piattaforme di Equity Crowdfunding

I siti che offrono la possibilità di raccogliere denaro a titolo di capitale di rischio* devono sottostare a una autorizzazione e al loro inserimento in un albo. Mentre le altre piattaforme di raccolta fondi non richiedono autorizzazione.

Sul sito Consob sono indicati i gestori che sono suddivisi in due Albi. L’abo Ordinario è riservato alle società che gestiscono portali di raccolta fondi. L’Albo Speciale è dedicato alle società che si occupano di gestione degli investimenti. Al seguente indirizzo http://www.consob.it/main/intermediari/cf_gestori/index.html è possibile consultare l’elenco.

crowdfunding

Tra le tante piattaforme si crowdfunding regolamentato segnaliamo http://www.starsup.it/ . Molte informazioni utili e tanti esempi.

Per approfondire l’argomento puoi consultare questi documenti:

Il primo documento di sicuro interesse è quello redatto dall’Ordine Dottori Commercialisti e Consob. Il documento affronta i principali temi di interesse per chi intende avviare una impresa innovativa e anche per chi intende investire in un progetto utilizzando l’Equity Crowdfunding. Lo studio propone con linguaggio semplice una panoramica dell’argomento. Clicca Qui per effettuare il download.

Se si vuole approfondire il tema della raccolta fondi altro documento interessante è il seguente Clicca QUI.

Link utili:

http://www.ecnews.it/profili-iva-modelli-crowdfunding-ritorno-finanziario/ Profili Iva della raccolta fondi con riconoscimento di interessi o dividendi sul progetto

http://www.ecnews.it/profili-iva-reward-based-crowdfunding/ Profili Iva della raccolta fondi con premio per i sottoscrittori

Se anche tu hai una impresa o un progetto imprenditoriale puoi contattarci scrivendomi qui.

*Il capitale di rischio: con questa espressione si intende il capitale investito dai soci nell’azienda. Chi investe in quanto socio non ha diritto a un interesse minimo. Potrà avere un ritorno economico solo se l’azienda riesce a generale utili.