La finanziaria 2008 introduce il nuovo regime dei contribuenti minimi.

Il nuovo  regime è applicabile alle persone fisiche che esercitano attività d'impresa arte e professione 

Il regime dei contribuenti minimi è utilizzabile dalle persone fisiche residenti esercenti attività di impresa, arti o professioni che nell’anno solare precedente hanno conseguito ricavi o compensi in misura non superiore a 30.000 euro.

Ulteriori condizioni sono costituite dal 

– non  aver effettuato cessioni all’esportazione, o operazioni assimilate ;

– non  aver sostenuto spese per lavoro dipendente o per collaboratori;

– non aver acquistato, nei tre anni precedenti, beni strumentali di valore complessivo superiore a 15.000 euro.

Principali caratteristiche:

– esenzione dalla tenuta dei registri ai fini IVA e da tutti gli adempimenti previsti dalla normativa IVA;

– esonero dagli obblighi di registrazione e tenuta delle scritture contabili anche ai fini delle imposte sul redditi. 

– esonero dalla compilazione e presentazione degli studi di settore;

– esenzione IRAP e conseguente esonero dal presentare la relativa dichiarazione;

– Applicazione dell'imposta sostitutiva con aliquota 20%

– Indetraibilità dell'IVA sugli acquisti

– Applicazione del "principio di cassa" per la determinazione del reddito.

 

Per approfondire si veda

Contribuenti Minimi: Nuovo Regime 2008

Contribuenti minimi: circolare 7/2008

Circ. 73/2007 Contribuenti minimi

Beni ad uso promiscuo: detrazione al 50%

Contribuenti minimi e comportamento concludente

Una volta a settimana solo informazioni utili

Informati per vincere il fisco

Benvenuto!