La Finanziaria 2008 introduce la possibilità di detrarre dal reddito delle persone fisiche le spese sostenute per l'abbonamento ai trasporti pubblici.  L'importo massimo di spesa su cui operare la detrazione di imposta al 19% è pari a Euro 250,00.  Il risparmio massimo di imposta conseguibile è pari a Euro 47,50. La norma è operativa dal 01/01/2008 pertanto sarà possibile portare in detrazione tali spese nel momento in cui si compilerà il modello 730/2009 o Unico 2009 riferiti al 2008. Per usufruire della detrazione occorrerà fin d'ora conservare gli abbonamenti alle linee di trasporto urbano, è consigliabile scegliere formule di abbonamento nominali.

Di seguito il testo della norma. 

Aggiornamento 10/03/2008 Pubblicata la circolare 19 che spiega le modalità operative di applicazione 

Articolo 1 comma 309 Legge n. 244/2007 (Finanziaria 2008)

309. Ai fini dell’imposta sul reddito delle persone fisiche, per le spese sostenute entro il 31 dicembre 2008 per l’acquisto degli abbonamenti ai servizi di trasporto pubblico locale, regionale e interregionale spetta una detrazione dall’imposta lorda, fino alla concorrenza del suo ammontare, nella misura del 19 per cento per un importo delle spese stesse non superiore a 250 euro. La detrazione spetta sempreché le spese stesse non siano deducibili nella determinazione dei singoli redditi che concorrono a formare il reddito complessivo. La detrazione spetta anche se la spesa è stata sostenuta nell’interesse delle persone indicate nell’articolo 12 del testo unico delle imposte sui redditi, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917, e successive modificazioni, che si trovino nelle condizioni indicate nel comma 2 del medesimo articolo 12.

Una volta a settimana solo informazioni utili

Informati per vincere il fisco

Benvenuto!