La Corte di Cassazione ha affermato il principio per cui affinché gli immobili di un imprenditore siano considerati fiscalmente inerenti alla sua attività è irrilevante la loro rilevazione nei registri inventari o dei beni ammortizzabili.

Infatti, “gli immobili relativi ad imprese commerciali individuali, aventi carattere strumentale ed utilizzati dal possessore/imprenditore esclusivamente per l’esercizio dell’impresa, sono «relativi all’impresa», in base al combinato disposto del D.P.R. 22 dicembre 1986, n. 917, art. 40, comma 2 (T.U.I.R.), e art. 77, comma 1, T.U.I.R., a prescindere dalla iscrizione nei registri di inventario o dei beni ammortizzabili” (C.Cass. sent. n. 772 del 14 gennaio 2011).

La sentenza è liberamente scaricabile dal sito www.dirittodimpresa.com
Diego Conte – diegoconte.8@gmail.com
SLC – Consulenza Legale e Tributaria

Una volta a settimana solo informazioni utili

Informati per vincere il fisco

Benvenuto!