Il reddito netto presunto è determinato applicando la seguente procedura:

  1. a ciascun bene indice di ricchezza si attribuisce un certo importo reddituale, rapportato al periodo di disponibilità e alla quota di possesso;
  2. gli importi così calcolati vengono sommati, considerando l’importo più elevato al 100%, il secondo al 60%, il terzo al 50%, il quarto al 40%, i successivi al 20%.

A tale reddito si aggiunge un importo pari ad 1/5 degli eventuali incrementi patrimoniali, che si sono verificati nell’anno in esame e nei quattro precedenti.

Il reddito accertato sinteticamente è un reddito netto, che non consente la deducibilità degli oneri indicati in dichiarazione.

Tratto da Guida all'Accertamento Sintetico realizzata dall'Agenzia delle Entrate dell'Emilia Romagna 

Una volta a settimana solo informazioni utili

Informati per vincere il fisco

Benvenuto!