Scade il 29 aprile 2008, il termine per la presentazione dell'elenco clienti e fornitori.

Soggetti obbligati:

– tutti i soggetti passivi Iva che abbiano emesso o ricevuto fatture nell’anno cui si riferisce la comunicazione. L’obbligo non sussiste, invece, nell’ipotesi in cui nell’anno di riferimento non sia stata effettuata alcuna operazione attiva o passiva rilevante ai fini Iva. 

I dati da comunicare:

– il codice fiscale dei soggetti nei cui confronti sono state emesse fatture ovvero dei soggetti da cui sono stati effettuati acquisti rilevanti ai fini dell'IVA;

– l'importo complessivo delle operazioni effettuate per ciascun cliente e fornitore;

– l'importo per ciascun soggetto dell'IVA;

– l'importo delle note di variazioni.

Soggetti esonerati dalla presentazione dell'elenco clienti e fornitori:

– I contribuenti minimi in franchigia;

– lo Stato, le regioni, le province, i comuni e gli altri organismi di diritto pubblico in relazione alle operazioni effettuate e ricevute nell’ambito di attività istituzionali;

– tutti quegli organismi che hanno come oggetto principale un’attività essenzialmente senza fine di lucro, escluse le eventuali attività a fini commerciali;

– i soggetti che si avvalgono della dispensa da adempimenti per le operazioni esenti, ad eccezione delle operazioni diverse da quelle per le quali si fruisce della dispensa dalla fatturazione.

Sul tema si veda anche Elenco Clienti e Fornitori – Istruzioni

 

 

 

DPR 322/1998 Articolo 8 bis, numero 4 bis

– Entro sessanta giorni dal termine previsto per la presentazione della comunicazione di cui ai precedenti commi (NDR comunicazione dati iva), il contribuente presenta l'elenco dei soggetti nei cui confronti sono state emesse fatture nell'anno cui si riferisce la comunicazione nonché, in relazione al medesimo periodo, l'elenco dei soggetti titolari di partita IVA da cui sono effettuati acquisti rilevanti ai fini dell'applicazione dell'imposta sul valore aggiunto. Per ciascun soggetto sono indicati il codice fiscale e l'importo complessivo delle operazioni effettuate, al netto delle relative note di variazione, con la evidenziazione dell'imponibile, dell'imposta, nonché dell'importo delle operazioni non imponibili e di quelle esenti.