Su richiesta di molti lettori, in relazione alla comunicazione dati IVA, riteniamo utile precisare il regime sanzionatorio. Come precisato dalla circolare 6 del 25/01/2002 la comunicazione dati IVA non ha natura dichiarativa ovvero non comporta la determinazione dell'imposta dovuta. La natura di semplice "Comunicazione di dati e notizie" implica la non applicabilità in caso di errori dell'istituto del ravvedimento operoso.L'omissione della comunicazione o l'invio della stessa con dati incompleti o inesatti comporta l'applicazione delle sanzioni previste dall' art. 11 del D.Lgs. 18 dicembre 1997, n. 471, ovvero una sanzione da euro 258,22 fino a euro 2065,82.

Non è possibile rettificare eventuali errori se non  in sede di compilazione della dichiarazione iva annuale.