Detrazione fiscale del 36% sulle spese di ristrutturazione edilizia connesse al c.d. “piano casa”
La risoluzione n. 4 del 4 gennaio 2011 di emanazione dell’Agenzia delle Entrate conduce un’analisi sull’ammissibilità di agevolazioni fiscali del 36% per spese di ristrutturazione (o del 55%) nei casi in cui la ristrutturazione venga ad essere realizzata a

seguito dell’ampliamento di un edificio. Si ricorda che la facoltà di ampliamento o ricostruzione di abitazioni, anche in deroga ai piani regolatori, è stata introdotta dall’art. 11 del decreto legge 112 del 2008 (c.d. piano casa). L’Agenzia ha affermato che l’agevolazione fiscale non riguarda le nuove costruzioni ma solo la ristrutturazione delle costruzioni già esistenti. Gli interventi di ampliamento previsti in attuazione del Piano casa non possono essere considerati come semplice ristrutturazione, poichè, ai sensi del testo unico dell’edilizia l’ampliamento si configura sempre come nuova costruzione. Il beneficio fiscale in questo caso, è ammesso solo nei limiti dell’edificio già esistente e non sulla parte “in ampliamento”.

Fonte: www.solmap.it

Una volta a settimana solo informazioni utili

Informati per vincere il fisco

Benvenuto!