L'art. 15, comma 1, lett. e) del Tuir, approvato con DPR 22 dicembre 1986, n. 917, prevede la possibilita' per i contribuenti di detrarre nella misura del 19 per cento "le spese per frequenza di corsi di istruzione secondaria e universitaria, in misura non superiore a quella stabilita per le tasse e i contributi degli istituti statali". Ai sensi del comma 2 del medesimo articolo la detrazione spetta anche se l'onere e' sostenuto nell'interesse dei familiari fiscalmente a carico.

Tra le spese di istruzione sono da ricomprendersi anche il contributo per l'effettuazione del test di ammissione all'università. Ris. 87 11/03/2008 

Risoluzione n. 87  11/03/2008 

Oggetto:
Istanza di interpello – Art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212. Interpretazione dell'art. 15, primo comma, lett. e) del D.P.R. n. 917 del 1986 – Alfa
Testo:
La signora Alfa chiede di conoscere se le spese per la partecipazione ai test di accesso ai corsi di laurea della facolta' di Veterinaria possono essere considerate spese per istruzione e come tali detratte dall'imposta ai sensi dell'art. 15, comma 1, lett. e) del Tuir.
SOLUZIONE INTERPRETATIVA PROSPETTATA DAL CONTRIBUENTE
L'istante ritiene che le suddette spese siano da considerare spese per istruzione e quindi portate in detrazione nella misura del 19 per cento dall'imposta lorda.
PARERE DELL'AGENZIA DELLE ENTRATE
L'art. 15, comma 1, lett. e) del Tuir, approvato con DPR 22 dicembre 1986, n. 917, prevede la possibilita' per i contribuenti di detrarre nella misura del 19 per cento "le spese per frequenza di corsi di istruzione secondaria e universitaria, in misura non superiore a quella stabilita per le tasse e i contributi degli istituti statali". Ai sensi del comma 2 del medesimo articolo la detrazione spetta anche se l'onere e' sostenuto nell'interesse dei familiari fiscalmente a carico.
In base a tale norma i contribuenti possono usufruire di una detrazione dall'imposta lorda dovuta indicando nel modello di dichiarazione dei redditi le spese di iscrizione alle scuole medie inferiori e superiori, all'universita' e a corsi universitari post-laurea.
Al riguardo si fa presente che talune Universita', prevedendo l'iscrizione di un numero di studenti programmato, subordinano l'accesso al superamento di un test diretto ad accertare il livello di preparazione su determinate materie e le strutture logiche di pensiero.
Per quanto concerne il contributo versato per poter partecipare alla prova di selezione, eventualmente prevista dalla facolta' alla quale lo studente intende iscriversi, si ritiene che il relativo onere sia detraibile ai sensi del richiamato art. 15, comma 1, lett. e) in quanto, laddove richiesto dall'ordinamento universitario, lo svolgimento della prova di preselezione, costituisce una condizione indispensabile per l'accesso a corsi di istruzione universitaria.
Pertanto, la signora Alfa potra' indicare nel modello di dichiarazione relativo al 2007, anno in cui la figlia, fiscalmente a carico, ha effettuato il versamento, l'importo di 42 euro, previsto dall'art. 3 del bando per l'ammissione al corso di laurea specialistica in Medicina Veterinaria, a titolo di contributo di iscrizione alla prova.
La risposta di cui alla presente nota, sollecitata con istanza di interpello presentata alla Direzione Regionale, viene resa dalla scrivente ai sensi dell'art. 4, comma 1, ultimo periodo del D.M. 26 aprile 2001, n. 209.

Una volta a settimana solo informazioni utili

Informati per vincere il fisco

Benvenuto!