Trovano posto tra le detrazioni del 730 al rigo E19/20/21 le spese sostenute per i servizi di interpretariato dai soggetti riconosciuti sordomuti ai sensi della L. 26 maggio 1970 n. 381. Si considerano sordomuti i minorati sensoriali dell’udito affetti da sordità congenita o acquisita prima dell’apprendimento della lingua parlata, purché la sordità non sia di natura psichica o dipendente da cause di guerra, di lavoro o di servizio.

Il codice da indicare nella colonna 1 è "30".

Una volta a settimana solo informazioni utili

Informati per vincere il fisco

Benvenuto!