Buongiorno,
sono una dipendente a tempo indeterminato part-time ore 28 settimanali e vorrei aprire una partita iva.
Innanzitutto ho il patentino come hobbista e tratto accessori di moda per bambini.
La mia intenzione era aprire la partita iva forfettaria con il codice 74.10.10  come design di moda e nel caso iscrivermi alle gestione separa (prima attivita)
Siccome i miei prodotti che faccio li vorrei vendere sia online che nelle bancarelle che faccio dovrei prendere le licenze per le vendite.
Ma questo poi mi comporta di pagare i contributi inps come commerciante o dato che risulterebbe come 2 attivita sono esonerata? Nel regime forfettario è possibile avere più codici attivita?
Attendo Vs. informazioni in merito .
Grazie
Saluti
R. A.

Risposta:

Il patentino da hobbista

Il pantentino come hobbista viene regolato in ciascuna regione di Italia in maniera differente. Per quanto riguarda la regione Piemonte il patentino come hobbista consente la partecipazione a soggetti privati (in assenza di partita iva e conseguenti adempimenti) a mercatini locali dedicati all’usato, antiquariato e oggettistica varia sul territorio regionale (in questo caso il Piemonte).

Il venditore occasionale può vendere beni di sua proprietà o collezionati o realizzati mediante la propria abilità ed aventi un prezzo di vendita non superiore a centocinquanta euro ciascuno. Il venditore occasionale, in possesso del patentino, non può vendere generi alimentari.

I beni oggetto della vendita non possono avere un prezzo superiore ad euro 150,00.

Commercio occasionale e commercio abituale

E’ bene chiarire che il patentino occasionale non mette al riparo dalla normativa fiscale che prevede che le attività svolte in modo non occasionale debbano essere soggette a imposta sui redditi e ad iva. In conseguenza dello svolgimento dell’attività in modo abituale e professionale è necessaria l’apertura della partita iva.

Commercio, artigianato o lavoratore autonomo

Riguardo l’inquadramento della sua attività ci appare più corretto l’inquadramento artigianale se gli abiti sono realizzati da lei (come prevede la normativa sul patentino) con conseguente iscrizione nelle sezione imprese artigiane della camera di commercio. Si potrebbe valutare se sussistono i requisiti per non essere iscritti all’INPS in virtù del fatto che sussiste un rapporti di lavoro dipendente con ben 28 ore di lavoro settimanali.  In questo caso il codice ateco potrebbe essere 14.13.20 ovvero sartoria e confezionamento di abiti su misura.

Regime forfettario multiattività

Riguardo il regime forfettario è certamente possiibile svolgere più attività e quindi avere più codici attività. Il limite di reddito da non superare resta quello dei 65.000 euro per tutte le attività svolte.

In bocca al lupo per la sua attività!